Intervento di Lasik

 799,00

Nella LASIK (Laser-Assisted in Situ Keratomileusis) il laser agisce su uno strato di cornea profondo rimodellandolo, dopo che il chirurgo ha creato mediante  un microcheratomo automatizzato  una lamella di tessuto superficiale (flap) che viene temporaneamente sollevata  per permettere  il trattamento dello strato corneale sottostante detto stroma corneale. Al termine del trattamento  il flap viene riposizionato in tal modo riprende in pochi secondi la posizione originaria senza bisogno di particolari medicazioni o manovre. In questo modo la ferita risulta immediatamente rimarginata con assenza di disturbi o dolore .

COD: LASIK001. Categoria:

Descrizione

Nella LASIK (Laser-Assisted in Situ Keratomileusis) il laser agisce su uno strato di stroma più profondo rispetto all’intervento di PRK. Attraverso l’operazione laser con la Lasik, diversamente dalla Prk, lo strato epiteliale non viene rimosso ma “ribaltato” mediante uno strumento, il microcheratomo, che scolla un lembo di circa 110 micron di spessore (circa un decimo di millimetro) per consentire al laser di rimodellare la curvatura corneale. Lo svolgimento è poi analogo alla Prk, ma alla fine del trattamento lo strato corneale ribaltato viene riadagiato in sede

L’intervento di Lasik si attua nelle seguenti fasi:

  • Alcune gocce di collirio anestetico sono instillate nell’occhio da operare;
  • Il paziente si stende su un lettino dove un cuscino sagomato mantiene la testa nella posizione ideale, tutta la regione oculare viene disinfettata;
  • Viene applicato un blefarostato (uno strumento che serve per tenere aperte e ferme le palpebre);
  • Applicazione di un anello di suzione per l’esposizione della cornea al passaggio del microcheratomo per la preparazione del lembo (“Flap”);
  • Rimozione dell’anello di suzione;
  • Sollevamento del lembo mediante una spatola speciale;
  • Il laser entra in funzione: si tratta di una radiazione invisibile e indolore e in questa fase il paziente è invitato a fissare un punto luminoso. I laser ad eccimeri moderni possiedono un sistema di puntamento (eye-tracking) che compensa i piccoli tremolii o spostamenti dell’occhio; se tali movimenti sono eccessivi o il paziente non “trova” il puntino luminoso il laser interrompe immediatamente la propria emissione;
  • Riposizionamento del lembo, asciugatura del bordo e dei margini del lembo;
  • Medicazioni con colliri.

La terapia dopo l’operazione con la Lasik è a base di colliri antibiotici nei primi giorni e lacrime artificiali.

Il prezzo indicato si intende per il singolo occhio.